Ma che orrore strade e circolazione a Modena

Questa mattina molto presto ho dovuto effettuare un certo tragitto lungo la viabilità di Modena per controllare un problema alla mia autovettura.

Ne ho viste di cotte e di crude quanto basta per suggerire agli automobilisti di ponderare accuratamente le proprie scelte politiche all prossime regionali e sopra tutto cercare di sollecitare i candidati su questi problemi.

Primo in via Cucchiari un paio di ciclisti che sia pure dotati di luci sulle loro biciclette viaggiassero sulla pubblica strada e non sulla ciclabile presente. Stesso dicasi poche centinaia di metri più avanti sulla Via Vignolese.

Un pazzo sconsiderato ha passato a folle velocità il semaforo dell’incrocio tra via Cucchiari e via Vignolese con la lanterna che era appena diventata rossa.

Alcuni svincoli nelle strade a scorrimento rapido hanno una buona carenza nella illuminazione necessaria, tangenziali comprese.

L’anello delle tangenziali ha bisogno di interventi di profonda riqualificazione. La corsia di marcia normale, dove evidentemente è concentrato il traffico dei mezzi pesanti, ha la sede stradale da rivedere in quanto ha delle carenze che si possono definire strutturali e non solo imputabili alle buche. La corsia di sorpasso, evidentemente meno sollecitata dal traffico pesante, è decisamente meglio. Da “ringiovanire” la segnaletica orizzontale e ribadiamo l’illuminazione di alcuni svincoli

Nonostante il traffico fosse decisamente scarso il numero di mezzi che stavano circolando non avendo tutti gli apparati fanali e fari funzionanti è risultato consistente.

Ci sarebbero anche altre cose di cui parlare ma l’unica cosa vera è quella di sollecitare chi aspira ad incarichi regionali di sviluppare una viabilità consona allo sviluppo che hanno avuto le macchine in funzione della sicurezza e all’inquinamento