Ferrari pensiero: vicini alla vetta

Le qualifiche del Gran Premio del Brasile, che prenderà il via domani alle 14.10 locali (18.10 CET), hanno visto ancora una volta le due SF90 in lizza fino all’ultimo per stabilire il miglior tempo assoluto. Sebastian Vettel prenderà il via dalla prima fila dello schieramento, al fianco di Max Verstappen, mentre Charles Leclerc si posizionerà nella quattordicesima casella a causa della penalizzazione di dieci posizioni in griglia dovuta al fatto di aver montato un nuovo motore sulla sua vettura questo weekend. Il monegasco potrà però giocarsi la carta della strategia dal momento che avrà gomme diverse dalla maggioranza delle vetture cha partiranno davanti a lui.

Q1. Nella prima fase Sebastian è riuscito a piazzare subito un tempo competitivo, 1’08”556, che nelle tornate successive non ha più migliorato ma che è stato sufficiente per passare il turno in quinta posizione. Charles è invece stato più progressivo migliorandosi tornata dopo tornata: da 1’08”592 a 1’08”510 fino a 1’08”496, secondo tempo assoluto.

Q2. Nella seconda parte della sessione per i due piloti è stata pensata una strategia differenziata: Sebastian è andato in pista con mescola Soft, come la totalità delle altre vetture in pista; Charles ha invece tentato di qualificarsi con pneumatici medi così da poter contare su una strategia diversa che potrebbe permettergli di restare sul tracciato più a lungo in gara recuperando posizioni al momento delle soste ai box altrui. Il monegasco è riuscito a centrare l’obiettivo alla perfezione fermando i cronometri a 1’07”888, un tempo addirittura migliore di quello di Sebastian che si è guadagnato il diritto di andare a lottare per la pole position con 1’08”050.

Q3. Nell’ultima fase della qualifica sia Vettel che Leclerc hanno ottenuto il proprio miglior giro al primo tentativo. Sebastian ha ottenuto 1’07”631, valido per il posto in prima fila al fianco di Verstappen, mentre Charles, con 1’07”728, ha centrato il quarto tempo. Il monegasco partirà dunque dalla settima fila per una gara tutta all’attacco.

Sebastian Vettel #5
“Complimenti a Max che è stato autore di un ottimo giro. Io sono contento di essere in prima fila perché penso che questo piazzamento rispecchi i veri valori in campo qui in Brasile. Siamo stati piuttosto vicini alla prima posizione e credo che partendo dalla seconda piazza domani potremo essere competitivi.
Oggi siamo riusciti a far crescere bene la vettura, l’ho sentita sempre meglio man mano che le qualifiche entravano nel vivo ed è per questo che in vista della gara mi sento di dire che siamo ragionevolmente ottimisti. Per il Gran Premio dovrebbe essere un po’ più caldo, per cui sarà ancora più importante preservare le gomme e azzeccare le strategie.
Sappiamo che i nostri avversari in gara possono essere molto veloci per cui una partenza perfetta potrebbe fare la differenza. Anche il meteo è imprevedibile: annunciano sole e invece magari piove… Si tratta di una corsa lunga, ben 71 giri, ci potremmo divertire”.

Charles Leclerc #16
“Non è stata la migliore delle qualifiche. La squadra mi aveva messo a disposizione una macchina perfetta e credo che avrei potuto ottenere la pole position oggi. Mi dispiace per l’errore che ho commesso nel terzo settore nel mio primo giro del Q3 perché mi è costato circa tre decimi. Certo, non sarebbe cambiato tantissimo dal momento che a causa della penalizzazione in griglia sarei comunque partito da metà schieramento.
Questa mattina abbiamo preferito preparare bene la corsa di domani, così nelle prove libere abbiamo lavorato con più benzina del solito nel serbatoio: credo che il margine maggiore di miglioramento sia proprio in configurazione gara e la sessione è stata utile per imparare qualcosa da mettere in pratica durante il Gran Premio.
Il fatto di essere riuscito a qualificarmi al Q3 con gomma media spero che mi permetta di passare qualcuna delle vetture che mi parte davanti. Chiaramente non si tratterà di una gara facile, ma se riusciremo ad azzeccare tutto so che possiamo recuperare molte posizioni e forse anche fare un pensierino al podio”.

Mattia Binotto Team Principal
“Come sempre qui in Brasile la qualifica è stata molto tirata, con distacchi limitatissimi tra le vetture, dal momento che il giro è molto corto. Max si è meritato la pole ma il gruppo alle sue spalle è racchiuso in pochi decimi e centesimi. Per quanto ci riguarda il secondo e quarto tempo sono comunque un buon risultato. Partendo davanti Sebastian può disputare una buona gara.
Peccato invece per Charles che domani scatterà più indietro. Se non altro lo farà su gomme medie, con le quali si è trovato bene e questo è importante per il primo stint perché ci aspettiamo che siano più costanti nella prestazione e cedano meno alla temperatura. È stato autore di un bel giro di qualifica, peccato per quell’errore nell’ultima curva, senza il quale credo che avrebbe potuto essere in pole.
Può succedere di tutto domani, lo sappiamo, e cercheremo di ottimizzare la nostra gara. La pista sta evolvendo molto, visto che questa mattina era diversa rispetto a ieri e in qualifica i piloti hanno sentito che la macchina era migliore rispetto alle prove libere 3.
In mattinata ci siamo concentrati sul bilanciamento della macchina per gestire il degrado delle gomme, ma rimane difficile fare previsioni”.