Ieri sera solo 1 ciclista incontrato era parzialmente disciplinato a norma con il codice

Continua a indicarli come utenti deboli, ma anche ieri sera, nella tratta tra Baggiovara e Modena, la maggior parte, per non dire la totalità, dei ciclisti incrociati non era in regola con quanto previsto dal Codice della Strada in particolare per quanto riguarda l’assenza di luci di segnalazione ed utilizzo delle piste ciclabili.

Unico esempio da citare positivamente un ciclista che oltre ai fanali della propria bicicletta indossava in casco, che bisognerebbe rendere obbligatorio ad ogni età e non solo per i minori, caratterizzato dalla presenza di tre luci a led anteriori ed altrettante posteriori.

Unico neo non suo comportamento, non da poco però, è che percorreva la parte della sede stradale destinata al traffico veicolare mentre alla sua destra vi è una pista ciclabile.

Poco più avanti, ex casa circondariale, un ciclista che oltre ad essere senza luci, per fortuna che indossava il giubbetto catarifrangente obbligatorio all’esterno della ella città, non utilizzava la pista ciclabile presente.

A conclusione due cicliste che hanno attraversato la strada, incuranti, passando in sella ai loro velocipedi sulle strisce pedonali.