Ferrari delle mie brame se sei la più veloce del reame devi essere per forza irregolare?

Non appena, come è da sempre accaduto, una monoposto della Ferrari diventa competitiva ed inizia a fare pole e vincere, quando i piloti e la squadra non commettono errori, ecco che partono le raffiche dei sussurri e grida da parte degli avversari.

Quelli stessi che non abbiamo quasi mai sentito, quando in analoghe situazioni si sono trovate le altre monoposto partecipanti, di anno in anno, al mondiale di F1, ma senza quella continuità mostrata sinora dalla Ferrari.

L’ultima delle espressioni di disappunto ed invito malcelato a verificare di tutto e di più viene da ventilate irregolarità che riguarderebbero il motore e gli affini.

Quello che stupisce, ma non dovrebbero essere più di tanto in quanto da sempre il tutto è avvenuto inc questo modo, le insinuazioni sembrano partire dalle squaderni seconda fascia, quelle che volente o nolente dovrebbero avere un campionato ed una classifica a parte.

I suggerimenti, è quasi ovvio, vengono invece da chi fornisce a queste squadre i motori. A tal punto da specificare, questa volta, che sulla SF 90 vengono utilizzati dei motori che, sia pure di specifica 3, sono ulteriormente personalizzati ed in grado di spinger le monoposto a delle velocità che gli altri si sognano, Mercedes e Red Bull in particolare.

Questi i team “clienti” dovrebbero invece essere contenti in quanto che i motori avessero la stessa tipologia di potenza di quelli, chiamiamoli, ufficiali, scalerebbero tranquillamente fuori dalla zona punti.

Nonostante la Fia abbia già dato risposte che avrebbero dovute essere esaustive, i mugugni continuano. A dare adito ai mormorii vi è poi l’episodio della partenza anticipata, non registrata ne sanzionata, per Sebastian Vettel e che gli è costata comunque la posizione a fronte di Bottas.

Quello che rende accidiosi e fa venire il mal di stomaco, è che in passato, remoto e prossimo, sono risultate più propense alla irregolarità le monoposto progettate e costruite oltre Manica. Irregolarità anche molto pesanti.