Suzuka paura uragano ai titoli di coda. Mercedes campione?

Siamo ai titoli di coda in questo fine settimana della F1.

Di coda per la coda, appunto, dell’uragano che sta gironzolando in zona e che potrebbe arrivare ad infastidire il Circus della F1 andando a creare delle situazioni disattese ed indesiderate sul tracciato più tecnico e difficile della F1.

Nonostante la sua “età” questo tracciato fa ancora paura a tecnici e piloti nella ricerca delle soluzioni migliori per far si che le monoposto siano in grado di far rendere al meglio e con continuità i propri pneumatici, montati al momento per avere le più ampie possibilità di gestione delle strategie di gara.

Sia per la coda dell’uragano, che potrebbe portare anche piogge non solo improvvise ma anche consistenti, sia per un tracciato tecnico in cui si sono verificati incidenti seri e spettacolari che hanno richiesto l’intervento della safety car.

La Safety Car che abbiamo visto è stata l’attrice protagonista negli sconvolgimenti dei risultati anche in gare recenti. Safety Car che può dare l’opportunità di sostituzioni provvidenziali di pneumatici senza perdere tutto il tempo necessario in gara e dando l’opportunità di ampia scelta delle strategie.

Siamo ai titoli di coda per quanto riguarda il risultato finale del campionato. Solo una vittoria, dominio, della Ferrari può posticipare i festeggiamenti da parte della casa di Stoccarda per ottenere la 6 incoronazione consecutiva.

Risultato molto indigesto in casa Ferrari sia pure solo procrastinabile.

Suzuka è un “vecchio” tracciato che è stato studiato sapientemente e non è “targato” dalle soluzioni similari degli ultimi tracciati realizzati e mostra come la validità del progetto “preoccupi” ancora..

Vettel si vuole schiodarsi dalle 4 vittorie consecutive ottenute all’epoca dei suoi titoli iridati. Per prima cosa vi è da portare a quota 8 il numero delle pole che risulta anche essere equivalente a quello delle vittorie finali conseguite.