Ferrari rivoluzione assoluta strutturale e di prodotto Pista di Fiorano compresa

Il cambio di Gestione del Ristorante Cavallino è un ago nel pagliaio delle novità assoluta che la dirigenza della Ferrari sta mettendo in cantiere, ovvero dare il via alla fase progettuale, per una nuova gestione della fabbrica ed anche della pista di Fiorano che sembra essere destinata ad essere ridimensionata, dismessa e ricollocata su altra area con una evoluzione tecnica della specie, ovvero l’assenza di quel rettifilo di almeno 1,000 1,100 metri di lunghezza totalmente sfruttabile in quanto raccordato da curve molto veloci quando le prestazioni delle attuali GT e delle prossime elettriche sono capaci di velocità oltre i 300 km/h.

Questo progetto contrasterebbe con quello che è già stato deliberato, con accantonamento economico dei fondi necessari in bilancio, per integrare maggiormente una nuova struttura di Ferrari corse Clienti con la pista di Fiorano , di cui però non è ancora iniziata la realizzazione con una cadenza temporale di almeno un paio d’anni per essere operativa.

Una struttura che qualcuno vuole comunque essere pensata per essere comunque utilizzata nella evoluzione complessiva delle novità assolute .

Nell’area della pista ed in quella limitrofa dove si è sviluppato, sembra con grande successo, l’evento per ricordare i 90 anni della Ferrari sarebbe previsto l’allestimento di una inedita struttura in cui allestire la produzione delle vetture elettriche.

Sembra infatti che quella power train strutturale di cui si parla in sviluppo a Torino con 4 motori elettrici radiali, uno per ogni ruota, possa non essere altro che una piattaforma di lavoro su cui allestire una super sportiva, una berlina ed anche un Fuv e la cosa richiederebbe una nuova entità strutturale.

La prima struttura ad essere rinnovata è proprio quella di fronte all’ingresso storico della Ferrari dove è allocato storicamente il ristorante cavallino che verrebbe ricollocato ma in una nuova struttura che avrebbe anche una caratteristica che sembra riprendere un idea di alcuni decenni orsono.

Realizzazione su progetto di una grande archistar un ponte che colleghi la parte storico industriale della Ferrari con il futuro del reparto corse. In pratica per chi proviene da Modena lo stesso potrebbe essere la porta d’ingresso a Maranello con il vero biglietto di presentazione della Città, la Ferrari