La polizia Municipale senza vetture ibride o elettriche per 5 anni Esultate automobilisti gaudio massimo

Fra meno di un mese i quasi 200.000 sig. Rossi che sono obbligati ad utilizzare una macchina per i trasferimenti casa, scuola, lavoro e tempo libero all’interno di un certo perimetro del comune di Modena, saranno costretti a pesanti limitazioni nei trasferimenti se non possiedono auto dell’ultima generazione che ovviamente sono meno inquinanti.

La polizia Municipale di Modena, da qualche giorno ha completamente rinnovato il parco delle 33 vetture di servizio. Contrariamente a quelle che sarebbero state le aspettative, visti i discorsi ufficiali in tal senso quando si parla di inquinamenti atmosferico causato dalla viabilità e del futuro della viabilità, nessuna di queste 33 vetture entra nel novero delle vetture facenti parte delle modernissime full electric o almeno ibride. Quelle meno inquinanti per le emissioni allo scarico.

L’unica “concessione” è l’alimentazione a GPL per il motore endotermico, quello che è montato sulla maggioranza delle vetture in circolazione,per le 24 vetture di servizio, le 2 civetta, le 6 con motore diesel e trazione integrale Completa “l’innovazione” il monovolume multiuso alimentato a metano.  

L’alimentazione a GPL è comunque inquinante sia pure il uno spettro chimico differente e se la carburazione non è perfetta ha nefaste conseguenze per quanto concerne con il buco dell’ozono e le emozioni di CO2.

Esultate automobilisti esultate. Gaudio massimo