Si legge “Rally Città di Modena”. in realtà è il “Rally Città di Maranello”

Maranello è il perno operativo della prossima edizione del Rally Città di Modena programmato per il fine settimana proprio a Maranello. Di Modena neppure il sentore se non la volontà di continuare una numerazione inesistente nella realtà dei fatti visto che a Modena non si è trovato lo spazio neanche per la presentazione ufficiale della gara.

A Maranello tutto inizia dal venerdì con le operazioni di verifica e controllo dei documenti per tutti gli iscritti, suddiviso il 3 differenti competizioni e relativa classifiche in quanto sono ammesse vetture moderne, oltre 80 iscritti che hanno la numerazione tradizionale a partire dal N° 1 applicata alle fiancate.

Per la sezione Historic, che dovrebbero aprire le ostilità agonistiche a partire dalle 16.00 del sabato sino alle 16.00 della domenica, sono iscritte 26 equipaggi e sono contraddistinti dal numero a 3 cifre con il primo numero 2 applicato alle fiancate.

La chiusura delle ostilità spetterà ai 19 iscritti nella categoria Regolarità Sport che avranno sulle fiancate i numeri che iniziano con il n° 3.

Nella mattinata di sabato è prevista l’opportunità, per le vetture moderne, di effettuare un controllo di efficenza, lo Shake Down, dalle 9.30 alle 12.30 sugli ultimi due chilometri della prova di Castelvetro, la seconda da ripetere due volte tra il pomeriggio e la nottata di sabato, prima del rientro a Maranello per la fine della prima parte della gara.

Maranello perno delle operazioni più importanti dal punto di vista organizzativo partenza, un riordino, arrivo e premiazione mentre la parte agonistica si sviluppa nelle colline sovrastanti, da Montegibbio a Castelvetro le cui strade saranno chiuso a traffico a partire dalle 15.30 e 16.30 con la relativa riapertura solo dopo il transito della vettura scopa.

Dopo una notte di riposo e che porterebbe consiglio si riparte sempre da Maranello alle 8.30 della domenica mattina per andare alla prova speciale Barighelli che sarà caratterizzata da due differenti lunghezze tra il primo ed il secondo passaggio le cui strade saranno chiuse al traffico a partire dalle 8.40 e sino alle 15.10 fermo restando il passaggio della vettura scopa.

A seguire la storica prova di Valle, appena sotto Serramazzoni che sarà sede di un riordino, il cui percorso sarà interdetto al traffico dalle 9.30 alle 16.10 di domenica.