La Mercedes galoppa sempre più tranquilla verso il 6° mondiale piloti, inseguita da Leclerc che ha tolto il testimone a Vettel

Con la vittoria di ieri ,ed i pasticci di Sebastian Vettel che evidentemente non dispone di una versione della Lina come gli sarebbe necessario,.è Charles Leclerc che si è appropriato del testimone di inseguitore di Lewis Hamilton,saltando in groppa al cavallino Rampante.

Un utopistica opportunità che qualcuno gli vuole far ventilare ricordando che il pilota Ferrari che ha vinto a Spa e Monza di seguito è stato Micael Schumacher,

Con 102 punti, da recuperare su Hamilton, il range gara del recupero per il Monegasco è di 15 punti-gara nei confronti di Hamilton nella prossime e rimanenti 7 gare. Ancora più miracolosa l’opportunità per Vettel che di punti ne deve recuperare 17, numero che per gli italiani porta male.

Se poi andiamo a parlare del campionato costruttori si parla di 22 punti da recuperare a gara, Cosa impossibile visto e considerato che: o Hamilton o Bottas sono sempre in zona di vertice. L’unica speranza della Ferrari è quella di potersi garantire una carenza manifesta di affidabilità della W10 Cosa ancora più utopistica.

A Singapore la Ferrari è decisa a portare un nuovo pacchetto di sviluppi complessi sulla SF90 che evidentemente hanno come scopo precipuo quello di capire dove e come lavorare per il prossimo anno ed in particolare capire quella che è il delta di differenza fra i dati delle strumentazioni in reparto e quello che effettivamente avviene in pista.