Le Ferrari stanno a guardare: Hamilton di strategia su Verstappen

Le Ferrari stanno solo a guardare da lontano, guardane come hanno lottato Lewis Hamilton, vincitore, davanti a Max Verstappen, grazie ad una strategia che sembrava essere molto azzardata.

I due hanno fatto una gara a se stante lottando ripetutamente in ogni momento di gara. La strategia studiata per Hamilton per un pit stop quasi improponibile.

Verstappen, quando ha visto che la vittoria gli era negata ed Hamilton se ne stava andando, con la squadra ha deciso di montare delle gomme da “tempo” per recuperare un’altro punto. Il tutto in tranquillità in quanto le Ferrari non potevano preoccupare.

Le Ferrari appunto. Le SF90 non hanno avuto la ben che minima possibilità di aspirare alla vittoria. Vettel e Leclerc si sono dovuti accontentare del terzo e quarto posto scambiato nel fine gara per questioni di classifica.

Le situazioni di campionato non sono cambiate di molto, rispetto a domenica scorsa, anzi, forse, sono leggermente peggiorate le opportunità per quanto riguarda il recupero punti per cercare di vincere il titolo. 10 punti gara da recuperare per Vettel e 17 per il mondiale dei costruttori.

Buon per la Ferrari che Bottas, in partenza, ha avuto un contatto con Hamilton in cui ha danneggiato lo spoiler e quindi ha dovuto fare una sosta, lunga, per la sostituzione.

Non tutto è stato rose e fiori per il team di Maranello che, oltre hai problemi nel carico aerodinamico per la SF90, ha lamentato un pit stop un pò lungo per Vettel. Non è che la cosa sia stata quella che fatto cambiare la situazione ma è comunque un sintomo di come ogni gara alla Ferrari vi sia un problema: errori dei piloti, carenza di affidabilità, strategie da rivedere e problemi nel pit stop.

Se continua così anche dopo questa pausa “vacanziera” il digiuno iridato è una realtà.