37 pattuglie su 300 controlli ben 67 sanzioni per mancato uso cinture è più del 22%

Quando si è vista fermare dalla Polizia locale di Modena che le ha contestato il mancato utilizzo delle cinture di sicurezza a lei e al bambino che trasportava sul sul sedile posteriore, la signora se l’è presa col figlio redarguendolo. Un atteggiamento un po’ paradossale visto che la stessa conducente, per altro responsabile del minore trasportato, non utilizzava il sistema di ritenuta:  un comportamento che farebbe sorridere se non si considerano le eventuali conseguenze nel caso di incidente o brusca frenata.

Dal 15 al 21 luglio la Polizia Locale di Modena ha intensificato i controlli sui veicoli puntando l’attenzione sull’utilizzo corretto delle cinture di sicurezza e dei sistemi di ritenuta per bambini. Obiettivo dei controlli, annunciati anche attraverso i social, era appunto sensibilizzare automobilisti e passeggeri all’importanza di utilizzare le cinture di sicurezza e i seggiolini per bambini. La campagna mirata, al pari di altre periodicamente programmate, è rientrata, più in generale, nell’ambito del programma comunale per la Sicurezza stradale che prevede interventi e azioni finalizzate a sostenere e promuovere la mobilità sostenibile soprattutto in sicurezza.

Per evitare il “tormentone del cicalino un conducente collega la cintura del passeggero al fermo della cintura del guidatore in questo caso la sospensione aptent dovrebbe essere immediata o la sanzione molto più elevata.

Il controllo su strada è stato eseguito da pattuglie appartenenti alle Unità Territoriali e al Pronto Intervento, dislocate in varie zone della città. Durante i 37 servizi svolti sono stati fermati e controllati 300 veicoli ed elevate 63 sanzioni per mancato utilizzo delle cinture di sicurezze, vale a dire che oltre un conducente su quattro non le utilizzava. Un numero ancora alto anche in considerazione del fatto che i veicoli di ultima generazione sono dotati di cicalini di allarme che avvisano in caso di cintura non allacciata. Tre invece le violazioni accertate per omesso utilizzo di sistemi di ritenuta per bambini.

L’omesso utilizzo delle cinture di sicurezza sui sedili anteriori e posteriori e dei sistemi di ritenuta per bambini è punito dall’articolo 172 del Codice della strada con una sanzione amministrativa di circa 80 euro e la decurtazione di 5 punti dalla patente di guida del conducente. Se a non utilizzare la cintura è un passeggero maggiorenne, la sanzione viene applicata direttamente a lui (senza decurtazione di punti); nel caso invece di minori, la sanzione è applicata al conducente o al passeggero tenuto alla sorveglianza del minore.

Se nel periodo di due anni il conducente incorre nella violazione per almeno due volte, sarà applicata anche la sospensione della patente da quindici giorni a due mesi.