Leclerc attacco mancato per pochi centesimi alla pole mentre Vettel arranca

Valtteri Bottas regola per 6 millesimi Lewis Hamilton che non ha assolutamente gradito di perdere la pole nelle qualifiche del G.P. di Silverstone.

Alle loro spalle un Charles Leclerc che ha saputo “spremere” tutto che era possibile dalla SF90 che non era certo all’altezza della situazione, visto il risultato di Sebastian Vettel che si è fatto precedere dalle Red Bull.

La Mercedes ha dato ai propri piloti un qualcosa in più in particolare per quanto riguarda la potenza disponibile per l’inserimento nella Q3 ben sapendo che era imperativo garantirsi la pole visto che in Ferrari hanno messo in atto una strategia di utilizzo dei pneumatici differente.

In Q2 i piloti del Cavallino Rampante si sono “qualificati” al passo successivo utilizzando le gomme con il battistrada più morbido un tentativo messo in atto prima con il solo Vettel, poi visti i tempi intermedi registrati la stessa tipologia di gomme è stata montata anche sulla monoposto di Leclerc che ra già comunque decisamente più veloce del tedesco.

Proprio sulla presenza di questa tipologia di pneumatici, obbligati alla partenza, potrebbero consentire alla Ferrari di fare un primo stint di gara totalmente all’attacco per cercare di gettare dello scompiglio nelle strategie della Mercedes che ha fatto scelte di gomme più conservative.

Ovvero cercare di andare subito in testa con Leclerc mentre Vettel deve concretizzare l’arduo compito di superare subito l’accoppiata Red Bull e mettersi all’inseguimento, come una spina nel fianco, di Hamilton e Bottas.

La Ferrari spera in un clima con temperature asfalto sotto i 30 gradi in modo da poter sfruttare il più a lungo possibile queste gomme senza dover anticipare troppo il primo pit stop.

Abbiamo scritto primo inc tanto in Ferrari in particolare stanno valutando una strategia con cambio di gomme multiplo. Da poche ore al simulatore di Maranello hanno iniziato lo screening delle varie opportunità e queste varie analisi continueranno sino a tardi per poter poi, dalla prima mattinata di domani , effettuare una sintesi che dia ai tecnici in Inghilterra le informazioni più precise.

In Mercedes non sono tranquilli ed anche loro hanno dato mandato alla sede di Brackley di analizzare le situazioni relative a tempi sul giro da rispettare ad inizio gara con la definizione delle finestre migliori per i cambi gomme ed in quale sequenza effettuarli.