Annullato a meno di un mese il 1° Slalom di Serramazzoni organizzatori locali contro

Veto alla chiusura del tratto di strada che da Pazzano porta al piazzale del Valverde a Serramazzoni, un tratto di asfalto lungo poco più di 2 km. in cui la media oraria dello slalom era entro gli 80 km/h tutti in salita.

Ecco la ragione per cui gli organizzatori del 1° Slalom di Serramazzoni che fanno capo a Leo Sternieri ed allo MSPI, ente di promozione riconosciuto dal CONI, si trovano costretti a cercare un altro tracciato, sempre in provincia di Modena.

Il tempo stringe e difficilmente la gara potrà essere disputata nella data “originale” del 14 luglio ed ovviamente dovrebbe cambiare il proprio nome in funzione del comune che l’ accetterà in una strada di propria giurisdizione.

L’origine del veto sembra essere abbastanza complessa: si parte dalla contrarietà dei residenti che si lamentano per una seconda chiusura annuale del tratto che è inserito in uno più lungo che fa parte di una delle Prove Speciali che compongono il tracciato del Rally Città di Modena.

Altra origine del veto sembrano essere le novità nella nuova amministrazione locale che potrebbe vivere su difficili equilibri che non conoscono quali sono i vantaggi economici che questa organizzazione porterebbe alle attività economiche locali (alberghi, bar, trattorie e ristoranti).

Per ultimo ma non ultimo: sembra vi sia un dissidio locale, molto accentuato, tra le varie associazioni che hanno le carte in regola per poter organizzare una manifestazione analoga e non gradiscono la presenza dello MSPI per incrementare il proprio inserimento in provincia a fianco della manifestazione analoga già in organizzazione a Montefiorino.