Charles Leclerc fora in autostrada pit stop da record di lentezza

Anche loro forano, i loro nel momento è Charles Leclerc che ha trovato inchiodo malandrino che ha “azzoppato” la sua vettura ed è andato a richiedere uno, per lui, dei pit stop più lunghi della storia.

Quanto sia il livello di superstizione del pilota della Ferrari non è di pubblico dominio. Una cosa è certa ha un suo protocollo prima del via come tutti i piloti, da sempre. Come salire in monoposto, dove e come mettere i guanti quali meccanici gli devono stringere le cinture di sicurezza e chi la mano prima di allontanarsi dalla monoposto.

Figuratevi che vi era un pilota che pochi attimi prima del via, si avvicinava all’avversario che lo affiancava sullo schieramento e quindi il più pericoloso e lo apostrofava immancabilmente

“Hai fatto testamento?” Calcolando che il tutto avveniva a cavallo della seconda guerra mondiale immaginatevi come questo “ricordo” potesse predisporre l’animo dell’interessato ben sapendo come allora ogni corsa era un possibile appuntamento con la morte visto che la sicurezza delle monoposto e dei circuiti non era quella attuale.

Una cosa ‘ certa il monegasco non ha perso il proprio buon umore ed ha subito presentato l’accaduto sui social ottenendo visualizzazioni a non finire.

Meglio in autostrada che sul prossimo appuntamento in gara. Non si sa se invece lo stesso è stato riconosciuto dagli altri utenti e se qualcuno si è fermato per un selfie ed un autografo.