Montecarlo: gira già la roulette per le 2 SF90 MC di Leclerc e Vettel

Domani sera parte per il principato di Monaco la bisarca che ospita le 2 SF 90 MC mentre a parte potrebbe partire anche il materiale di scorta la cui presenza potrebbe essere rafforzata per l’occasione con un paio di scocche a fronte della singola che di solito accompagna le trasferte della F1.

Una volta nel Principato della costa Azzurra venivano portate ben 4 monoposto complete per consentire ad entrambi i piloti di avere il massimo del materiale disponibile per qualifiche e gara.

Allora, effettivamente, vi era una differenza di base per quanto riguarda le possibilità di utilizzare il materiale disponibile, mentre ora su tante cose vi sono limitazioni che sono molto “gravose” se non sono rispettate, con perdita di posti sullo schieramento di partenza.

Le SF90 MC sono le monoposto Ferrari in versione “unica” in quanto tutti i componenti sono definiti ad hoc e difficilmente, per non di mai, li rivedremo in pista.

Parliamo in particolare delle sospensioni anteriori che, oltre ad essere irrobustite, intervento analogo per quelle posteriori, hanno un soluzione dei triangoli che sono di un disegno differente per poter consentire un maggior angolo di sterzo.

Soluzione tecnica che è indispensabile per consentire al pilota di percorrere agevolmente il tornante più stretto di tutto il campionato di F.1 in discesa verso il tunnel.

Sul posteriore, oltre a questi irrobustimenti, si sono cominciati a far evoluire i cinematismi delle sospensioni avendo come obiettivo quello di garantirsi il mantenimento di una temperatura d’esercizio dei pneumatici entro il range necessario perché gli stessi garantiscano a Leclerc e Vettel l’aderenza per cui sono stati studiati.

Solo in questo range di temperature si potranno avere le accelerazioni necessarie in uscita dalle strette curve del tracciato che ha come caratteristica anche una ripida salita dalla curva di santa Devota verso la piazza del Casino.

Per la Ferrari, in questo momento, l’essere competitiva a partire da giovedì è importante per vari motivi.

Domenica si corre il Gran Premio più glamour nella storia della F.1, ma al momento è l’appuntamento in cui la Ferrari ha un obbligo quasi imperativo.

Qui deve iniziare la rincorsa per il recupero punti nei confronti della Mercedes e per vedere se vi fosse l’opportunità di portare un podio, per non dire far vincere, Charles Leclerc che corre in casa, essendo monegasco.