Il gap della SF90 per Montecarlo la temperatura delle gomme posteriori

Al simulatore della Ferrari a Maranello si stanno cercando gli ultimi ritocchi da apportare all’assetto della SF90, in particolare sul posteriore, per far si che nel lento circuito cittadino della Costa Azzurra i pneumatici contraddistinti dalla sigla C5, banda rossa per il pubblico sulla spalla esterna , rimangano dentro il range di temperatura che consentono ad esse di esprimere kl massimo dell’aderenza per cui sono state progettate e costruite dal fornitore unico.

I tecnici della Ferrari hanno richiesto una fornitura di 11 treni di questa tipologia di battistrada (C5), a fronte dei soli 10 richiesti dalla Mercedes che ha optato per poter disporre di un paio di set completi per la tipologia C4. Stessa scelta, 11 treni, è stata effettuata dalla Red Bull che, con Max Verstappen viene accreditata dai siti delle scommesse quale favorita per pole e quindi vittoria.

Tutto per la Ferrari ma anche per Mercedes e Red Bull si andrà a decidere nel pomeriggio di sabato quando ci si gioca la pole e la prima fila. Chi vinceràuna di queste due puntate, il cavallo sulla roulette delle stradine del principato, avrà almeno il 70-80% di opportunità di acquisire la vittoria finale,

Una volta in pole ed in prima fila, poi, non bisogna sbagliare il momento dello scatto da fermo come invece è accaduto a Valttery Bottas che ha così vanificato lo splendido risultato ottenuto nella pole a favore del compagno di squadra Hamilton che ha poi innescato un fuga irresistibile, che è stata replicata anche dopo l’ingresso in pista della Safety Car.

Safety Car che tra due domeniche potrebbe essere la protagonista a favore degli inseguitori se qualcuno va contro le barriere che rasentano il bordo pista. Per questo la direzione corsa, in particolare, confida nella conoscenza e responsabilità dei propri limiti ai piloti che sono quasi dei debuttanti.