Luca Del Monte gran cerimoniere alla conferenza stampa di presentazione di Motor Valley Fest porta fortuna ed evita la pioggia

Lo storico Luca Del Monte ha illuminato la presenza automobilistica locale ed italiana vestendo i panni del cerimoniere “motoristico” in occasione della conferenza stampa di questa mattina in P.le S.Agostino, dove proprio il mondo dei motori, cui la manifestazione è dedicata ha latitato lasciando spazio ai rappresentanti dei vari enti organizzatori, non tutti presenti però.

La prima grossa novità, il raggio di sole spuntato tra le nuvole minacciose durante l’incontro all’aperto tutti in piedi tra gli stand in allestimento, che viene captato come un buon auspicio mentre le previsioni del tempo, per il fine settimana, sabato e domenica, sembrano essere disastrose.

Sarebbe un vero peccato visto che la manifestazione è stata tutta accentrata in città in un percorso pedonale se si esclude l’appuntamento di Motor 1 days che, come nelle precedenti edizioni ,ha l’epicentro agonistico degli interessi sulla Pista di Marzaglia, della Autodromo spa, a fianco degli stand in centro.

Anche l’appuntamento degli eventi programmati in un primo momento presso la struttura della Fiera di Modena sono stati annullati, in quella sede, trasferiti e suddivisi nel centro della città. Tra le motivazioni, oltre al confronto impietoso con gli spazi della Fiera di Bologna che aveva accolto, sino all’anno passato il Motor Show che non si può dire che abbia passato a Modena il testimone in quanto Motor Valley Test è tutt’altro, senza manifestazioni sportive, vi è stata anche la volontà di evitare troppi movimenti degli appassionati sia pure vi siano transfert gratuiti organizzati dai parcheggi per oltre 7.000 posti auto, ai punti strategici degli eventi, spostamenti che avrebbero sottratto tempo per poter visitare il ricco programma cittadino.

Motor Valley Fest segue tre filoni paralleli di programmi: quello dedicato agli appassionati, quello più professionale dedicato allo sviluppo, per i prossimi anni, dell’automotive ed agli incontri tra gli studenti di ingegneria e le ditte di settore che devono rafforzare i propri ranghi per sviluppare il futuro ed infine quello dedicato alla stampa estera ed agli influenze che visiteranno tutte le altre sedi delle ditte presenti nella Motor Valley.

Dal punto di vista economico le cose sembrano andar molto bene visto che è quasi impossibile trovare un posto da dormire in città anche perché 400 persone più o meno sono quelle che nella notte tra venerdì e sabato dormiranno in città, per la tappa delle manifestazioni di supporto alla Mille Miglia e riservate ai possessori di Ferrari e di Mercedes.

Durante questi giorni vi sono poi quasi una ventina di ristoranti tra città e provincia che partecipano al “circuito Modena a Tavola”dedicando particolari menù. I ristoranti storici di Maranello. Pasticcino, Montana e Cavallino, veri capisaldi della storia culinaria della Ferrari, di Enzo Ferrari e dei suoi piloti a tavola, non sono stati interpellati ma non si sentono “dimenticati” in quanto hanno già molte prenotazioni lo stesso.