Ferrari prudente nella scelta delle gomme per la prossima gara a Baku

Risulta essere strana la scelta delle gomme che la Ferrari ha fatto per la gara di Baku che è caratterizzata da uno dei rettifili più lunghi del mondiale che fa da contraltare una parte molto “tormentata” nella parte in cui le monoposto si inoltra nella città.

I tecnici della casa di Maranello hanno optato per una scelta conservativa, ovviamente questo nei confronti delle scelte espresse dalle avversarie Mercedes e Red Bull.

La scelta dei tecnici capitanati da Toto Wolff, d’altronde hanno l’opportunità di gestire un vantaggio che ormai si può già dire imbarazzante nei confronti della Ferrari. Ciò non toglie che l’0ggetto del desiderio è quello di tenere a giusta distanza i piloti della squadra di Maranello che ora se la devono, costantemente vedere anche con Max Verstappen , il pilota “cuscinetto” a favore dell’accoppiata Mercedes.

La scelta “conservativa” si esprime con 5 treni di pneumatici dalla mescola C3 e 7 treni di C4, ovvero i treni che la SF90 e soci conoscono meglio, i C3, a fronte di quanto reperito nelle prove di sviluppo effettuate ad inizio della stagione a Barcellona. Sono quelli che sembravano aver confermato un ottimo rendimento sulla distanza e che poi nelle gare sinora disputate non sono state altrettanto “concrete” come si usa dire nel gergo dei piloti e dei tecnici della F1.

Dalla prossima gara e sino alla fine di giugno, G.P. d’Austria, è imperativo, utopisticamente parlando, che l’accoppiata Ferrari sia in grado di recuperare almeno 10 punti gara se vuole riportarsi a stretto contatto con la Mercedes nella classifica del mondiale costruttori.

10 punti a gara significa parlare costantemente di tutti e due i piloti Ferrari a podio relegando quelli Mercedes al secondo e quarto posto. In questo “calcolo” non sono conteggiati i 6 punti dei giri veloci che sono una variabile di non poco conto nel conteggio della classifica costruttori, in particolare in quanto andando alla fine del campionato costruttori rappresentano ancora un “monte punti” di 18unità. Tantissimi se pensa al passato quando i campionati sono stati aggiudicati anche per 1/2 punto.