Randellata delle Mercedes alle Ferrari

Lo schieramento di partenza del G.P. 1000 della F.1in Cina si può “intitolare” il “gioco delle coppie”.

Prima Fila Mercedes Con Bottas che precede Hamilton.

Seconda Fila Ferrari con Vettel che precede Leclerc

Terza Fila Red Bull con Verstappen che precede Gasly

Quarta Fila Renault con Ricciardo che precede Hulkenberg

Quinta Fila Haas con Magnussen che precede Grosjean

Randellata, a parte, delle due Mercedes alle Ferrari, si individua come i tecnici di queste 5 squadre abbiano saputo lavorare in grande sintonia nella messa a punto delle due monoposto di competenza, tanto da cosentire ai due rispettivi compagni di squadra di ottenere prestazioni similari.

La prima meraviglia è rappresentata da Bottas che ha confermato sinora il suo stato di grazia, sfruttando anche le problematiche che hanno assillato Hamilton che non ha potuto far meglio del secondo tempo, comunque con un certo vantaggio nei confronti delle due SF90 che sia pure distanti hanno viaggiato in simbiosi come tempi. con distacchi minimali a favore di Vettel.

La situazione è preoccupante ed invece di stimare l’opportunità di un recupero punti in entrambe le classifiche iridate, si prospettano due cose: Per prima, ma meno importante ai fini del campionato, vi è l’impossibilità di interrompere il Tabu per le vittorie della Ferrari quando vi sono le ricorrenze dei G.P. di F.1 centenari, per seconda che si prospetta una fuga, stile lepre, dell’accoppiata dei due piloti della Mercedes con Bottas che sta mettendo in campo tutte le proprie capacità e caparbietà a fronte di Hamilton

.

Il campione del mondo ha avuto il suo bel da fare per mettere a punto la monoposto e quindi si ritiene “soddisfatto” di quanto ottenuto, lasciando alla gara di domattina ogni ulteriore velleità prestazionale ma senza correre dei rischi.

In casa Ferrari sentono che le monoposto, in assetto gara, hanno delle buone opportunità e la cosa su cui si presta più attenzione è quella ricerca di affidabilità che sembra essere il tormentone del momento.

Soddisfazione, per i motoristi di Maranello. viene invece dall’opportunità di avere 4 motorizzazioni schierate nei primi 10 posti in qualifica.