Sochi: i commenti dei piloti della Scuderia Ferrari

Kimi Raikkonen:

“E’ bello venire qui, mi piacciono molto sia il posto che il circuito. La pista di per sé non è critica per quanto riguarda la gestione degli pneumatici o, almeno, non lo è stata negli ultimi anni. E’ come se le gomme durassero per sempre, per cui non fai mai davvero la differenza in questo senso, e ciò rende difficile il sorpasso. Di solito questa pista non fa vedere gare molto entusiasmanti. La prima volta che siamo venuti, è stato difficile far funzionare le gomme: però man mano che l’asfalto si usura, l’aderenza aumenta. Vedremo come andrà quest’anno. Questo è uno di quei circuiti in cui pensi di poter sempre spingere di più, ma se ci provi finisci in realtà con l’andare più piano. E’ un bel circuito, ma non facile per tirar fuori il miglior tempo. Il nostro obiettivo è quello di fare del nostro meglio e poi si vedranno i risultati. Questo weekend ci impegneremo e cercheremo di sfruttare al massimo ogni gara”.

Sebastian Vettel:

“Il tracciato di Sochi è veloce, con lunghi rettilinei e ovviamente ci aspettiamo di andare bene dal momento che siamo una delle tre squadre migliori, ma non ho un’idea chiara di quello che accadrà. Domani vedremo come vanno le altre monoposto e come è il feeling con la nostra macchina. Abbiamo diversi punti di svantaggio nel campionato e dobbiamo conquistarne altri per far si che vada come vogliamo; questo è il nostro obiettivo e il modo migliore per raggiungerlo è stare davanti. Questo è quello che di solito cerchiamo di fare, per cui il nostro programma in sostanza non cambia di gara in gara. Cerchiamo di fare del nostro meglio e credo ancora di avere le opportunità per vincere. Guardiamo sempre al rendimento dell’ultimo weekend di gara e sicuramente dopo le qualifiche a Singapore non abbiamo ottenuto il massimo dal nostro pacchetto; siamo partiti bene, abbiamo cercato di usare tutte le opportunità che avevamo, ma non ha funzionato al meglio. Le nostre prestazioni non sono state delle migliori, gli altri erano più veloci di noi e bisogna riconoscerlo. Quest’anno la nostra macchina è diversa e l’anno scorso vederci così competitivi è stata una sorpresa per molti, ma quest’anno tutti sanno che la nostra monoposto è forte. Credo che non dobbiamo farci distrarre al risultato, ma piuttosto concentrarci sul lavoro da fare e vedere poi dove siamo. Alcune gare non sono andate come volevamo, ma siamo tutti molto motivati; i ragazzi della squadra sono stati gentili con me, so che erano sinceri e ciò mi aiuta a superare queste gare. Tutta la mia energia viene da fuori, quindi grazie ai nostri fan e tifosi. E’ fantastico ricevere positività e sostegno da tutti loro”.