A Silverstone venerdì le gomme non saranno solo ribassate

Le caratteristiche “tecniche” del tracciato di Silverstone, caratterizzato da molti tratti di pista in curva da percorre a velocità elevate hanno suggerito il fornitore unico di Pneumatici di portare, non solo, gomme dal battistrada ribassato ma anche con gradazioni dello stesso più dure.

Proprio in funzione di queste sue caratteristiche peculiari, all’indomani del Gran Premio, nelle giornate di martedì e mercoledì sono previste due sessioni di sviluppo pneumatici in vista dei pneumatici da mettere in produzione.

Il maggiore impegno cui sono chiamati i pneumatici è dettato dalle curve lunghe e veloci che sollecitano molto la struttura delle gomme stesse.

Dopo i lavori di asfaltatura effettuati all’inizio dell’anno, sono attese velocità maggiori, molta aderenza, ma un basso livello di degrado.

Per questa serie di motivazioni saranno utilizzati pneumatici con battistrada più consistente ma con lo spessore ridotto di 0,4 mm, per ridurre un ipotetica possibilità di surriscaldamento e degrado prestazionale, anticipato-

Sempre in funzione di questi parametri le pressioni dovranno essere, controllate alla partenza, sull’anteriore a 24,0 psi mentre sul posteriore d. soli 22,0 psi. Per le stesse considerazioni il camber massimo dovrà essere a -2,75° sull’asse anteriore e a -1,75° sull’ asse posteriore