Modena terra di conquista degli organizzatori degli eventi di automotive in Italia. Quando finalmente a Modena impareranno qualcosa?

Qualche settimana addietro l’organizzazione da parte di Motor1.com di un grosso evento a Marzaglia con 11.000 presenze da tutta Italiain 2 giorni, oggi Modena è di nuovo terreno di conquista da parte degli organizzatori di eventi relativi all’ Automotive.

E’ stata inaugurata la tappa di Modena della mostra fotografica “Un percorso nella storia dell’automobile” Una passeggiata sotto i Portici del Collegio di via Emilia che porterà il pubblico, fino al 30 giugno, a scoprire l’evoluzione di un oggetto simbolo della modernità come l’automobile.

Il tutto legato all’evento che sta per iniziare al parco del Valentino a Torino il 6 giugno e si protrarrà sino al giorno 10: Evento caratterizzato già nelle 3 edizioni precedenti da un successo ad alto livello. Per questo saranno ben 40 i brand che saranno presenti e potranno essere visitati dagli spettato con una apertura dalle 14 alle 24.

“Un percorso nella storia dell’automobile” è un vero e proprio viaggio nella produzione automotive mondiale, partendo dal primo veicolo a tre ruote del 1886 di Mercedes-Benz fino al full electric proposto da Tesla nel 2003, quello appeso sotto il portico del Collegio.

In mezzo una vera e propria rivoluzione culturale e di movimento raccontata da Peugeot (1890), Skoda (1895), Opel (1899), Fiat (1899), Renault (1899), Cadillac (1902), Ford (1903), Rolls Royce (1904), Lancia (1906), Suzuki (1909), AUDI (1909), Alfa Romeo (1910), Chevrolet (1911), Aston Martin (1914), Maserati (1914), BMW (1916), Mitsubishi (1917), Toyota (1933), Jaguar (1935), Volkswagen (1937), Jeep (1941), Ferrari (1947), Porsche (1948), Honda (1948), Land Rover (1948), Lotus (1948), Abarth (1949), SEAT (1950), Subaru (1958), MINI (1959), Lamborghini (1963), McLaren (1964), Dacia (1966), Hyundai (1967), KIA (1971), Infiniti (1989), Lexus (1989), SMART (1998), Pagani (1998).

Un’iniziativa che fa onore agli organizzatori Torinesi che in Modena trovano con Ferrari, Maserati e centro ricerche della FCA un polo d’interesse, e correlazione con la loro iniziativa che, come tanti altri in Italia, è caratterizzata sempre a un presenza massiccia di quel pubblico che invece non si trova nelle iniziative modenesi.