Anche il Gran Premio Nuvolari snobba Modena. Fa tappa a Mirandola

La laconica definizione di Modena che era apparsa nelle prime note del Gran Premio Nuvolarie su cui non ci erano date delle “certezze” è diventata la triste realtà che sta accomunando un po’ tutte le manifestazioni più importanti di autostoriche che si organizzano in pianura Padana.

Anche gli organizzatori mantovani  “snobbano” la Città dei Motori e fanno tappa in provincia, nella pausa pranzo del primo giorno di gara il 13 settembre, a Villa Tagliata a Mirandola.

Questa l’unica nota di riferimento provinciale espressa all’atto dell’ufficializzazione di date, apertura iscrizioni, e programma che vedrà impegnati i concorrenti sino al 16 settembre

A seguire, dopo la pausa pranzo nella bassa, si parla di una cavalcata che vedrà impegnati i concorrenti sulle strade appenniniche verso l’Adriatico con il transito da Pianoro, Brisighella, Predappio, Meldola, per giungere infine a Cesenatico dove si svolgerà la prima serata nella prestigiosa location del Grand Hotel Leonardo da Vinci.

Nella fase di ritorno dei 1050chilometri  totali, la cavalcata verso verso Mantova interesserà il transito da Cesena, Meldola, Forlì e Faenza, ospiti della Scuderia Toro Rosso. A seguire, un classico: le prove del Circuito Ariosteo di Ferrara. Infine, il rientro in terra mantovana, attraverso Borgofranco e Ostiglia, per giungere all’arrivo, in Piazza Sordello.