Il Comune di Modena specula sugli ammalati? In via Lana parcheggi a pagamento solo davanti alla casa di cura Villa Fogliani

Speculare economicamente sulle malattie delle persone non mi sembra essere molto etico, specialmente se lo “speculatore” è l’ ente pubblico che amministra la Città tramite il proprio ente di esazione sui diritti di uo pubblico per la sosta.

Oggetto di questa “indignazione” è il tratto di  Via Lana ( ultima strada a destra di via Giardini prima di arrivare in zona “gallo”, nei 100 o pochi di più metri che sono inseriti tra via Giardini e via Vaccari. Oltre il parcheggio è libero, ovvero gratuito.  In questo tratto di strada sono presenti stalli di parcheggio a pagamento, uno solo stallo riservato ai portatori di handicap che però possono parcheggiare negli stalli a pagamento senza sanzioni .

E’ il tratto di strada in cui è situata una delle storiche, forse ormai unica rimasta in città clinica di cura privata e convenzionata,  Casa di Cura Villa Fogliani

L’unica giustificazione plausibile, ma non condivisibile, è che questo tratto di strada è al limite dei parcheggi a pagamento per  le vetture i cui utenti sono diretti al centro città e  non  al nosocomio.

Quello che invece non ha assolutamente senso e rispetto per coloro che hanno bisogno di recarsi in Via Lana 1, dove non c’è un locale di piacere, ma di necessità, è che almeno un paio di posizioni, utilizzabili per dimensioni e di fronte all’entrata, sono state interdette coll’apposizione di paletti. Paletti che hanno un costo proprio e di posizionamento.

Non dico che i due spazi potrebbero incrementare gli stalli per i diversamente abili, ma una cosa è certa: tolgono comunque alla Municipalità l’opportunità di un introito economico, essendo gli stessi in zona di parcheggio a pagamento.