F1 Austin: Vettel “dovremo azzeccare il primo stint per poi adottare la strategia migliore, dopo il via si capiranno molte cose”

Vettel ha ritrovato se stesso e non manca il plauso per i meccanici.

“La partenza del weekend non era stata il massimo – spiega Seb – Ci sono stati problemi sulla mia macchina, non mi sentivo a mio agio e nei primi km delle FP2 mi sono reso conto che qualcosa non funzionava. Il team è stato ancora una volta fantastico a fare un grandissimo lavoro durante la notte per rimettere a posto le cose. I miei meccanici hanno veramente avuto tanto da fare in queste ultime settimane. E’ come se su di noi ci fosse una minaccia costante, ma oggi tutto è andato benissimo, per fortuna”.

I settori 1 e 2 quelli in cui il tedesco si è dovuto concentrare per migliorarsi.

“Inizialmente non ho trovato il ritmo giusto, ma ero consapevole che in un paio di curve avrei potuto fare meglio, cosa che alla fine mi è riuscita. Dovevo dare di più nei settori 1 e 2. Sono molto contento del risultato, era fondamentale azzeccare l’ultimo giro in Q3 e siamo anche più vicini di quel che ci aspettavamo, quindi per oggi sono soddisfatto”.

Ora la parola passa alla gara, tutta da seguire

“Per la gara sono convinto che se la macchina andrà allo stesso modo potremo ottenere un bel risultato. Non sono preoccupato perché ormai conosco bene la mia macchina, il comportamento delle gomme e anche cosa potranno fare gli altri miei avversari. Sicuramente cercherò di sfruttare al meglio la pressione, dovremo azzeccare il primo stint per poi adottare la strategia migliore, dopo il via si capiranno molte cose”.