F1: Vettel, Motore ok e si guarda al futuro in Messico, con la scelta delle gomme

Austin: Il motore, che ha fermato la “Gina” sin dal giro di allineamento allo scacchiere della partenza nell’ultima gara, dopo i controlli più accurati presso il reparto Motori della Gestione di Maranello e relativo controllo al banco prova per valutare potenza e coppia, è stato deliberato e potrà essere usato nelle prossime gare. Sia in quella di questa domenica ad Austin in Texas, sia nel G.P. del Messico che è programmato per domenica prossima nell’ Autódromo Hermanos Rodríguez che è stato dichiarato agibile dopo la serie di tremendi terremoti che ha colpito il paese di recente. Un sospiro di sollievo per Vettel ed i suoi tecnici che ora potranno lavorare con un range più ampio per quanto riguarda le strategie relative alle power unit, senza far correre il rischio di penalizzazioni sullo schieramento di partenza. Ferrari ha già dato, abbondantemente per quest’anno.

Parallelamente il mondo della F1 è già sintonizzato per quanto riguarda la seconda gara della trasferta d’oltre Oceano e sono state ufficializzate le scelte relative ai pneumatici che ogni piloti potrà avere a disposizione. Scelta che è avvenuta, nei numeri a disposizione sulle tre tipologie portate dal fornitore unico:  Soft (gialle), SuperSoft (rosse) ed UltraSoft (viola).

La Mercedes ha fatto scelte più aggressive nei confronti di quelle fatte dalla Ferrari. Entrambi i piloti Hamilton e Bottas hanno scelto di avere a disposizione 9 treni di tipologia Ultra Soft, con banda viola, mentre in Ferrari,  sia Vettel sia Raikkonen si sono fermati a quota 7 prediligendo d’avere a disposizione un maggior numero di treni con il battistrada che si può definire “intermedio” tra quelli portati, ovvero le Super Soft. % treni per Verttel 4 per Raikkonen che così avrà disponibile 2 treni di gomme Soft.