F1: La Ferrari porta entrambi i piloti nei test dei prossimi due giorni ad affiancare la promessa Leclerc

Hungaroring. Gran lavoro nei box dell’Hungaroring nella giornata odierna per allestire le monoposto in versione Spa-Monza che da domani e per due giorni saranno in pista per l’ultima delle sessioni di sviluppo “comune” previste dal regolamento e calendario Fia. Test importantissimi perché devono dare l’imputato di come allestire le monoposto per la fase finale del campionato del mondo. Fase finale, in Europa, prima del trasferimento adorante.

Spa e Monza sono delle piste che rappresentano l’antitesi tecnica di quella magiara, dove la Ferrari ha dominato e dove avrebbe potuto infliggere, ma inutilmente, un distacco decisamente maggiore alle Mercedes W08 se il problema lamentato da Vettel non avesse imposto una prudenza di guida che è stata stimata in un rallentamento  di  5-6/10 a giro. Rallentamento che ha tarpato le ali anche a Kimi Raikkonen che ha avuto il suo bel da fare per non infastidire Sebastian nel momento in cui alle spalle sentiva la pressione di Hamilton che ha dovuto desistere in quanto non era in grado di portare un affondo decisivo ed il rimanere alle spalle del finlandese lo ha portato ad avere una maggiore instabilità della monoposto a seguito dei vortici di aerodinamica.

La Ferrari vuole sfruttare appieno queste due giornate e secondo un aggiornamento del “pacchetto” piloti, a Charles Leclerc, il giovane virgulto della FDA (Ferrari Drinving Accademy) che sta dimostrando un ottima aggressività in pista abbastanza libera da errori, affiancherà entrambi i piloti: Vettel e Raikkonen. Onere ed onore per entrambi, oltre alla volontà di dare loro la possibilità di conoscere tutte le novità disponibili per le prossime gare e dare i consigli a confronto per poi passare il tutto al simulatore ed ai progettisti che stanno lavorando da tempo sulla 669, progetto della prossima monoposto. Questa simbiosi di intenti ed anche le parole di Sergio Marchionne non dovrebbero lasciare dubbi sulla composizione futura della Ferrari 2018 per quanto riguarda i piloti.

Leclerc, poi, ha una occasione più unica che rara per far capire il suo vero valore di pilota al debutto su una monoposto di F1 e che monoposto, quella che ha dominato il fine settimana, quindi in un confronto diretto ed immediato nella raccolta di dati e tempi sul giro. Sarà l’ osservato speciale di entrambi i piloti Ferrari che con cuffia alle orecchie e occhi puntati sui monitor avranno di che capire di che pasta è fatto e quali sono le indicazioni che potrà loro dare per quando saliranno sulla SF70H”evoluta” .

 

In casa Mercedes, non sono arrivati a tanto ma al debuttante Russel vi sarà, nel pomeriggio di domani Valtteri Bottas, anche lui in attesa di un contratto, d’obbligo diremmo, per l prossima stagione. Non solo ha dimostrato di andare molto forte ma di essere un vero uomo squadra.